Dazi Usa, Ue: "Negoziato con Washington continua"

La guerra commerciale intrapresa da Donald Trump con l'introduzione dei dazi su acciaio e alluminio raggiunge un livello di scontro con Bruxelles mai toccato in precedenza. La misura ha però già scatenato sui mercati finanziari i timori di una guerra commerciale, con Cina e Unione europea che si dicono pronte a prendere provvedimenti. Ma la posizione di Washington è chiara, proprio come ribadito telefonicamente al presidente francese Emmanuel Macron: "La mossa è necessaria e appropriata per proteggere la sicurezza nazionale".

I due presidenti, fa sapere l'amministrazione, hanno anche discusso di "vie alternative per affrontare le preoccupazioni degli Stati Uniti". "Gli Stati Uniti - sottolinea la Coldiretti - sono di gran lunga il principale mercato di riferimento per il Made in Italy fuori dall'Unione Europea con un impatto rilevante anche per l'agroalimentare. Il vino - conclude la Coldiretti - risulta essere il prodotto piu' gettonato dagli statunitensi, davanti a olio, formaggi e pasta". A dichiararlo su Twitter il Commissario europeo al Commercio, Cecilia Malmstroem, al termine di un incontro con la controparte statunitense Robert Lighthizer e con il ministro giapponese dell'Economia Hiroshige Seko. L'Europa - ha scritto il presidente nel suo solito iperbolico tweet - e' fatta di paesi meravigliosi che trattano molto male gli Stati Uniti sul commercio, si lamentano per i dazi su acciaio e alluminio.

Related news: